INCONTRARSI PER AGIRE IN COMUNE – Incontro del 20.03.2021

Nella Zona Sociale 3 dell’Umbria al lavoro per i Patti Educativi di Comunità.

Sabato 20 marzo 2021 ha avuto luogo il secondo appuntamento del percorso “Incontrarsi per agire in comune” promosso dalla Zona Sociale 3 dell’Umbria, con il patrocinio della Regione Umbria, a cura di FARE cooperativa sociale, in collaborazione con la Rete di Cooperazione Educativa e la Pro Civitate Christiana di Assisi.

Una partecipazione ampia, oltre ottanta le organizzazioni coinvolte, in rappresentanza della comunità educante dei Comuni di Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara e Valfabbrica.

L’incontro si è svolto necessariamente online, attraverso la piattaforma Zoom: una prima ora plenaria condotta da Sonia Coluccelli e le successive due, suddivisi in cinque “stanze” virtuali in base al comune di appartenenza, sotto la guida dei facilitatori Barbara Archetti (Bettona), Sonia Coluccelli (Assisi), Carlo Ridolfi (Cannara), Roberta Rosati (Valfabbrica) e Carlo Tognola (Bastia Umbra).

Al termine del primo incontro, lo scorso 27 febbraio era stato chiesto ai partecipanti di compilare attraverso la piattaforma Classroom, una mappatura (“dove eravamo e dove siamo”) dedicata alle priorità educative, agli strumenti utilizzati nel corso dell’ultimo anno per salvaguardare queste priorità e alle difficoltà incontrate nel mantenere la relazione con la propria comunità di riferimento, chiedendo che la restituzione fosse quanto più possibile corale, ossia ragionata e discussa all’interno di ogni singola organizzazione, così da rappresentare anche un’occasione di riflessione interna e di confronto.

Sonia Coluccelli, nel corso della plenaria di sabato ha, quindi, restituito quanto emerso nelle risposte del questionario, evidenziando alcune riflessioni particolarmente ricorrenti e significative; ha, inoltre, rassicurato coloro che nel primo incontro avevano avvertito un approccio tendenzialmente “scuola-centrico”, sottolineando la volontà di sviluppare un processo di co-progettazione basato su un modello reticolare, di cui la scuola rappresenta uno dei nodi fondamentali, ma non esclusivo, esattamente come accade nella vita, dove nello sviluppo dell’individuo, l’educazione formale, non formale ed informale giocano un ruolo parimenti determinante.

Nei sottogruppi, dopo le dovute presentazioni, si è proceduto a far emergere in maniera ancora più puntale, in una sorta di zoom rispetto alla presentazione generale, quali elementi, nei singoli territori, possano andare a costituire “la bussola educativa condivisa”, facendo sintesi intorno ad una carta d’identità delle priorità educative. I gruppi procederanno nel corso del mese ad un lavoro di revisione e completamento, condividendo ed ampliando il documento, che costituirà la base su cui nei mesi successivi si definiranno temi, scenari, obiettivi e azioni.

#pattieducatividicomunità #comunitàeducanti #pattiterritoriali #sociale #scuola #terzosettore #giovani #politichegiovanili 

Per ulteriori informazioni: info@cooperativafare.it | 347 3009633

Link al progetto “Incontrarsi per agire in comune. Verso la costruzione dei Patti Educativi di Comunità”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *